You are currently browsing all posts tagged with 'Coito interrotto'.
Displaying 1 entry.

Coito interrotto

  • Posted on Settembre 18, 2012 at 7:31 am

Il coito interrotto è un metodo contraccettivo naturale che consiste nell’interruzione del rapporto sessuale prima dell’eiaculazione maschile. Il coito interrotto consiste infatti nell’estrazione rapida e tempestiva del pene dalla vagina affinché lo sperma non entri in contatto con essa. Si tratta di un metodo contraccettivo molto diffuso, in quanto non comporta costi, né effetti collaterali e non necessita di prescrizione del medico. Tuttavia, l’efficacia contraccettiva del coito interrotto è dubbia e i rischi connessi al suo utilizzo sono molti.

Si tratta di un metodo che, a differenza del profilattico, non garantisce protezioni da malattie veneree. Inoltre, spesso si ignora che, nella fase pre – eiaculatoria, si verifica una prima uscita dello sperma che, in piccole quantità e in un terzo dei casi, è già attivo. In tal modo può accadere che la gravidanza si origini in seguito a un secondo rapporto sessuale, in quanto lo sperma ancora attivo rimasto nelle ghiandole parauretrali del pene viene messo in moto dal movimento generato dal rapporto. L’indice di Pearl, infatti, rileva per il coito interrotto un’efficacia contraccettiva stimata in 10 – 18 gravidanze all’anno ogni 100 donne. Si tratta di un’efficacia notevolmente inferiore rispetto a quella offerta dagli altri metodi contraccettivi quali la pillola, il preservativo o il diaframma.

Inoltre, con il metodo del coito interrotto si generano una serie di tensioni psicologiche che possono causare problemi alla coppia. Infatti, l’efficacia del coito interrotto dipende esclusivamente dall’autocontrollo dell’uomo, situazione questa che può generare al soggetto implicato forti tensioni inibendo la completa soddisfazione nel rapporto e, in alcuni casi, la perdita dell’erezione. Anche la donna può risentirne a livello psicologico ed emotivo poiché, innanzi tutto, le viene sottratto ogni tipo di controllo dei rischi connessi all’impiego del coito interrotto; in secondo luogo, la tempestiva interruzione del rapporto arresta anche il piacere ad esso connesso.