You are currently browsing all posts tagged with 'rosolia'.
Displaying 1 entry.

Rosolia

  • Posted on Aprile 27, 2012 at 12:27 pm

Qualche giorno di febbre e macchie rosse sul viso che si espandono al resto del corpo: questi sono i segnali più evidenti della rosolia. Come si contrae la rosolia? Come si cura? È possibile prevenire la rosolia? Rispondiamo a tutte queste domande.

Come avviene il contagio del virus della rosolia

La rosolia è una malattia infettiva provocata dal contagio di un virus che si insinua nel corpo dei bambini e degli adulti. Per contrarre il virus basta respirare le goccioline che fuoriescono dal naso degli infetti.

Visto che il virus si deposita nell’organismo già 15 giorni prima che si manifesti con febbre e esantema, è molto difficile prevenire il contagio, se non si è stati resi immuni da un vaccino.

Caratteristiche della rosolia e cure

La rosolia può esser confusa con morbillo e altre malattie virali. Eppure è possibile riconoscerla esaminando le caratteristiche dell’esantema ossia l’eruzione cutanea. Infatti, dopo qualche giorno di febbre compaiono sulla pelle papule di colore rossastro.

L’esantema ha una durata media di 3-4 giorni. Di solito bisogna attendere il decorso della malattia, che può durare in tutto una settimana. In questo periodo il bambino deve essere isolato dagli altri per evitare il rischio di contagio.

Prevenzione della rosolia

La prevenzione della rosolia può esser fatta tramite un vaccino che inietta gli anticorpi nel nostro organismo. I periodi ideali per vaccinarsi contro la rosolia sono due: dopo i primi 12 mesi di vita del bambino e a 5-6 anni. Chi non è stato vaccinato può ricorrere al vaccino anche dopo la pubertà.

Complicanze della rosolia: la gravidanza

Chi ha intenzione di avere una gravidanza deve essere assolutamente certa essere immune alla rosolia. Se si contrae il virus durante la gravidanza, c’è l’alta probabilità che il feto venga contagiato e che il bambino nasca conla Sindromedella rosolia congenita (src). La rosolia congenita è una malattia che provoca vari disturbi: ritardo mentale, problemi alla vista e all’udito e malformazioni cardiache.

Come comportarsi? Il rubeotest serve proprio a individuare l’eventuale immunità nella futura madre. In assenza di immunità, bisognerà sottoporsi al vaccino e non cercare una gravidanza per un mese almeno.